afghanistan
Afghanistan

Descrizione

A causa del lungo conflitto che in Afghanistan dura da 30 anni e dei traumi da esso provocati quali il sistema educativo repressivo, la povertà, il diffuso fenomeno del lavoro minorile, i bambini rischiano di entrare in conflitto con la legge e subire le conseguenze di un sistema che aggrava le ingiustizie. I bambini e le bambine sono vittime di arresti arbitrari, torture e maltrattamenti durante i termini di custodia. Spesso vengono privati della libertà a causa di reati minori, reati non violenti o senza aver commesso alcun crimine.

Rafforzamento complessivo del processo di gestione dei casi di minori in conflitto con la legge, prevenzione del fenomeno e miglioramento delle condizioni dei minori detenuti con particolare attenzione alle problematiche specifiche delle bambine e alla promozione dei loro diritti.

Per chi:
•    409 minori dei centri di riabilitazione di Kabul ed Herat, di cui 42 bambine;
•    50 giudici, 120 rappresentanti delle forze dell’ordine, 120 operatori sociali, personale dei ministeri e delle istituzioni preposte alla gestione della giustizia minorile (Ministero della Giustizia, Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali, Ministero delle Donne);
•    150 persone (insegnanti, presidi, genitori, rappresentanti delle autorità religiose e leader delle comunità locali, operatori dei media);
•    6.000 persone (adulti e minori) dei quartieri di Kabul ed Herat coinvolti nel progetto che verranno selezionati in relazione a caratteristiche quali la marginalità, la povertà e l’incidenza dei fenomeni di delinquenza giovanile;

Informazioni aggiuntive

fac simile

http://regalisolidali.ciai.it/wp-content/uploads/2013/11/Afghanistan.jpg

Afghanistan – Giustizia a misura di bambino

A partire da:10,00€