_DSC3444

Descrizione

Un bambino non registrato alla nascita è un bambino “invisibile”; fisicamente esiste ma non c’è di nulla di scritto che possa provarne l’esistenza; nessun  certificato di nascita, nessun atto di registrazione.  Un bambino invisibile è senza diritti ; non può essere curato, non ha cittadinanza, non può andare a scuola. Un bambino senza certificato di nascita non può essere protetto dallo sfruttamento, dagli abusi e dalle violenze; è solo.

Questo è quello accade anche in Etiopia, uno dei paesi con la percentuale di bambini registrati alla nascita più basse del continente africano ( solo il 3% dei bambini di età inferiore ai 5 anni infatti ha un certificato di nascita), dove esiste una zona che è  tristemente nota per il fenomeno della tratta dei minori;  il Gamo Gofa.  E’ un’area particolarmente remota, dove non ci sono strade o infrastrutture e dove la popolazione vive quasi completamente isolata.

I genitori non sanno quanto è importante registrare ufficialmente i propri figli e l’isolamento in cui vivono, la distanza dagli uffici governativi che si trovano solitamente nelle città o nei villaggi più grandi, li scoraggia dal farlo; per spostarsi serve tempo e serve denaro, che spesso non c’è.

CIAI vuole essere accanto a 3.500  bambini del Gamo Gofa per dare loro un’identità e proteggerli così dal rischio di abusi e violenze.

Come?

  • Sensibilizzando le comunità sull’importanza della registrazione attraverso un programma radiofonico, la realizzazione di cartelli e volantini in lingua locale, incontri comunitari.
  • Fornendo un servizio di “anagrafe mobile” che settimanalmente si sposta nei diversi villaggi offrendo la possibilità ai genitori di iscrivere i loro figli, rilasciando anche un certificato di nascita. I genitori e la comunità verranno informati dell’arrivo dell’unità mobile grazie ai punti informativi che verranno allestiti presso i luoghi di aggregazione più frequentati; mercati, centri di salute, chiese e moschee.
  • Formando le figure di riferimento per la comunità come gli operatori sanitari, i funzionari pubblici e i capi villaggio in modo che possano farsi portavoce e incentivare la registrazione dei bambini.

Informazioni aggiuntive

fac simile

http://regalisolidali.ciai.it/wp-content/uploads/2017/10/Bellinifriends.pdf

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Ci sono anche io!”

Ci sono anche io!

A partire da:10,00€

Il diritto all’identità per i bambini dell’Etiopia

Quando si visita la regione del Gamo Gofa   si viene colpiti dalla moltitudine di bambini che sembrano  materializzarsi da queste montagne apparentemente deserte. Molti di questi bambini ufficialmente non esistono perché non hanno un certificato di nascita e non sono registrati; rischiano così spesso di sparire nel nulla, venduti dai trafficanti, sfruttati nelle piantagioni, picchiati e abusati.